PostHeaderIcon Pensieri


  • L'amore vince tutto e tutti. Spezza anche l'odio. L'amore è benigno e paziente, non si gonfia, non si abbatte. L'amore vince tutto e unisce. Non divide, non critica, ma è fatto di profonda comprensione e di fattiva, restauratrice correzione. Non odio, ma amore di perdono e di sollievo.
  • Non lamenti e piagnucolii di sfiduciati che vivono al margine della vita, ma amore di dedizione indefessa, costante, incondizionata. Bisogna cominciare ad amare sul serio. cioè "dare e darsi", anche se costa sacrificio. anche se occorre immolarsi. Ma dare e darsi subito.
  • Siate forti nella fede, con Cristo, con la Chiesa: la fede è dedizione, la dedizione è amore, amore voluto, amore vissuto, amore consumato in Dio e per Dio che è Amore. E'questo il grido, la parola d'ordine che deve correre di bocca in bocca sino a quando non siano mobilitati tutti gli animi più belli sì da formare una eletta schiera che difenda e diffonda la carità di Cristo perchè tutti siano uno in Lui e nella sua Chiesa.
  • Per noi cristiani è suonata l'ora propizia di una unione spirituale che, nel generoso superamento di inveterati pregiudizi, si reciproche ignoranze e di insostenibili inimicizie, valga a mobilitare tutti gli uomini di buona volontà in una crociata pervasa dalla carità di Cristo, per opporre a satana il muro inespugnabile della nostra fede che poggia sulla rocca eterna di Pietro, contro cui non prevarranno mai le forze dell'inferno.
  • La divisione delle Chiese che si richiamano a Cristo e non riconoscono il suo legittimo Vicario, è uno scandalo continuo e doloroso per l'anima profondamente e sinceramente cristiana
  • L'unità visibile della Chiesa, reale riflesso dell'Unità Trinitaria, è il dono che Cristo ha concesso alla sua mistica Sposa in terra. Le sanguinose separazioni e avulsioni, che essa ha subìto nei secoli, costituiscono l'angoscia più tormentosa di questa benigna "Mater Ecclesiae", che tutto fa e tutto pensa per vedere ricomposti in unità i suoi figli. In quest'atmosfera di benevola comprensione e di oggettiva valutazione, la carità di Cristo ci spinge a non lasciare nulla d'intentato e a non risparmiarci in niente per contribuire al suo trionfo integrale: la carità vince tutto, spezza anche l'odio.
(TADDEIDE, Anno 3°, n. 4, Aprile 1982)